domenica 27 maggio 2018

The Rain (stagione 1) Serie Tv

Sei anni dopo che un virus letale portato dalla pioggia ha quasi sterminato gli abitanti della Scandinavia, due fratelli danesi abbandonano la sicurezza del loro bunker per approdare in un mondo dove la civiltà è stata annientata. Ben presto, Simone e Rasmus si uniscono a un gruppo di altri giovani sopravvissuti per intraprendere un viaggio pericoloso in una Scandinavia desolata, alla ricerca di qualsiasi segno di vita. Liberati dal loro passato comune e dalle regole della società, i membri del gruppo possono scegliere la vita che preferiscono, scoprendo nella lotta per la sopravvivenza che anche in un ambiente post-apocalittico c'è posto per l'amore, la gelosia e molte delle difficoltà del diventare adulti che pensavano di essersi lasciati alle spalle.

Mi son fatto l'account di prova su Netflix solo per guardare questa serie di cui avevo tanto sentito parlare. Diciamo che il primo episodio ci troviamo i personaggi che sembrano dei cretini, poi che speri che Rasmus venga gettato fuori dal rifugio dalla sorella Simone, e che Rasmus in 5 anni passa da bambino ad adulto mentre la sorella rimane perfettamente uguale. Passate le stupidate del primo episodio abbiamo comunuqe una serie valida, che ok forse peccà un pò di immaginazione con virus mortale e mondo che diventa una giungla ma che diventa comunque una buona serie. Speriamo solo non faccia la fine di Revolution che dopo un ottima prima stagione si rovinò tutto con una seconda inaguardabile.
Voto 7

sabato 6 gennaio 2018

La forma della voce

Titolo originale: Koe no katachi
Titolo internazionale: A silent voice
Titolo italiano: La Forma della voce
Paese: Giappone
Anno: 2016-2017
Durata: 130'
Genere: Animazione, Drammatico
Regia: Naoko Yamada

Shoya è un ragazzo liceale che pensa al suicidio attanagliato dai sensi di colpa. Quando era alle elementari ha bullizzato una ragazzina sorda di nome Shoko. Ora la rincontra ed entrambi sono alle prese con la difficoltà di accettarsi, chi per i sensi di colpa, chi per il  suo problema all'udito. Attorno a loro il loro gruppo di amici.

ATTENZIONE SPOILER
Salve a tutti, scrivo appena ora perchè sono stato oltre due mesi senza pc. Ho visto il film nella prima delle due giornate di proiezione al cinema, e fin dai primi minuti ho avuto la sensazione di trovarmi davanti ad un capolavoro. La storia è veramente intensa con Shoya che nelle prime sequenze pensa al suicidio ma poi ci ripensa e ci troviamo catapultati indietro ai tempi delle elementari dove viene spiegato il perché. Shoya era un bullo, che assieme ai suoi compagni di classe, dopo un primo momento di accettazione, comincia a bullizzare la nova ragazzina per il suo non udire. Lei dal canto suo è fin troppo gentile e remissima con i suoi compagni di classe. Tutto questo finchè non viene scoperto e tutti si rivoltano contro Shoya che divine a sua volta vittima di bullismo, da parte di tutti tranne che di Shoko.
Ritorniamo ai tempi del liceo e i due sono cresciuti e abbiamo entrambi con un profondo mal di vivere, con lui che è divorato dai sensi di colpa e lei che si sent colpevole di tutti i disagi che crede di portare agli altri. Il loro ri-incontro con varie vicessitudi da modo ad entrambi di crescere e alla fine dell'accettarsi, non semnza momenti veramenti drammatici come il tentato suicidi di Shoko salvata in extremis proprio da Shoya.
Posso dire senza alcun dubbio che è il più bel film di animazione che io abbia mai visto, sia per le tematiche trattate, che per come si è impostata la narrazione, il tutto condito con una colonna sonora perfetta per i contenuti e con il design grafico anch'esso perfetto. Ho trovato i due protagonisti principali veramente stupendi, le in quadrature degli occhi poi riuscivano a farti provare le loro stese emozioni.
Appena possibile mi procurerò anche i manga.

Voto 9.5

domenica 3 aprile 2016

Batman vs Superman: Dawn of Justice

Titolo: Batman vs Superman
Nazione: USA
Anno: 2016
Durata: 153'
Genere: Azione, Fantascienza, Supereroi
Regia: Zack Snyder
Cast: Ben Affleck, Henry Cavill, Amy Adams, Diane Lane, Jeremy Irons, Laurence Fishburne, Gal Gadot, Jason Momoa, Jesse Eisenberg, Holly Hunter

Superman mentre salva la terra causa il crollo di diversi palazzi e migliaia di vittime. Bruce Wayne/Batman lo ritiene un pericolo e quasi due anni dopo dopo un altro evento simile dove causa vittime decide di cercare il modo di fermarlo. Anche Superman/Clask Kent ha dei dubbi sui modi di operare di Batman.

ATTENZIONI POSSIBILI SPOILER


Avevo letto tante critiche a questo film, ma a mio parere sono ingiustificate. Certo la scelta di Affleck mi lasciava molto perplesso perchè ritengo abbia sbagliato mestiere, ma tutto sommato in questo film non ha fatto danni, ma è evidente che Christian Bale è tutta un' altra cosa. La prima parte con l'inizio dei dubbi reciprochi è molto significativa, specie vedendo un pò l'ipocrisia di Kent che critica Batman e il suo modo operandi, anche se praticamente non si incrociano mai fino alla minaccia di Superman a Batman quando Batman cercava di impossesarsi della Kryptonite che stava per essere trasferita a Luthor. Nella seconda parte la scena del combattimento tra i due orchestrato da un folle Alexander Luthor è veramente spettacolare, specie per me, che adoro Batman e odio Superman, e vedere Batman che prende a mazzate S con l'aiuto della kryptonite è stata una goduria, S salvato dalla morte solo dall'intervento di Lois. l'ultima parte quando si alleano per sconfiggere Doomsday invece la ho trovata un pò affrettata, ma tutto sommato il film non ne risente troppo. Interessante anche la storyline parallela su Wonder woman anche se il suo costume più che da Wonder woman pareva da asgardian come Lady Sif.
Riguardo Doomsday appena apparso mi son chiesto dove fossero i spunton di ossa che sbucano da tutto il suo corpo, e per fortuna sono apparsi in seguito.
Voto 8.5

giovedì 18 dicembre 2014

Lo hobbit - La battaglia delle cinque armate

Anno: 2014
Genere: Avventura, Fantastico
Durata: 145'
Regia: Peter Jackson
Cast: Martin Freeman, Benedict Cumberbatch, Lee Pace, Ian McKellen, Richard Armitage, Cate Blanchett, Billy Connolly, Evangeline Lilly, Luke Evans, Aidan Turner, James, Nesbitt Ian Holm

Degna conclusione della trilogia, anzi esalogia, delle terra di mezzo, forse leggermente inferiore a La desolazione di Smaug ma per un giudizio più completo sarà da aspettare il prossimo anno la versione estesa in blu ray.
Di grande impatto la sequenza dell'attacco di Smaug a Pontelagolungo, ma ovviamente il punto cruciale della vicenda si svolge a Erebor dove Thorin venuto in posseso del tesoro viene pervaso dalla follia come i suoi antenati.
Notevola la sequenza dove si trova da solo nel salone e si sente parlare come parlava il drago prima di lui ("non mi lascerò portar via una sola moneta") in una sorta di lotta interiore tra il Thorin saggio e coraggioso che era con quello avido e folle che era diventato.
Sempre riguardo Thorin c'era molta attesa per come PJ avrebbe reso la morte del re sotto la montagna, e di certo non si può rimanere delusi dall'epicità con cui è avvenuta durate lo scontro con Azog.
Il carisma di personaggi come Thorin, Gandalf, Bard e l'ambiguo re degli elfi Thranduil, ma anche di Smaug è notevole, tutti personaggi di notevole spessore.
Di contro la semplicità di Bilbo che risulta determinate per la vicenda della battaglia che non è da meno in fatto di spessore del personaggio.
Riguardo a una delle poche aggiunte rispetto al libro, la storia Kili - Tauriel risulta molto toccante e triste per com'è finita.
Notevole le interpretazioni di tutti, ma in particolare spiccano Richard Armitage per Thorin e Lee Pace per Thranduil, senza dimenticare Benedict Cumberbatch che ha dato le espressioni (e voce in originale) a Smaug, di cui è notevole anche il doppiatore italiano.
Fotografia, musiche costumi sono al limite della perfezione, l'unico difetto è forse che è stato troppo breve, ma per ovviare a questo attendiamo l'edizione estesa il prossimo anno.
Voto 9,5

martedì 9 settembre 2014

18 settembre Referendum per l'indipendenza della Scozia


Mancano pochi giorni per il tanto atteso referendum per l'indipendenza della Scozia, sono molto fiducioso, gli ultimi sondaggi danno il sì al 51% *_*

Scozia libera.